A partire da: € 4405 volo escluso

Durata: 11 giorni

Date di partenza su richiesta

Hotels 
Quito: Hotel Quito o similare
Comunità Karanki Maddalena: pernottamento in una delle case della comunità
Riobamba: Hosteria Abraspungo o similare
Cuenca: Hotel Carvallo o similare
Guayaquil: Hotel Oro Verde o similare
Galapagos: MV Galapagos Legend

– Tutti trasferimenti, le visite e le escursioni specificate nel programma con servizio collettivo e guida parlante italiano
– Il trasferimento Guayaquil o Quito/aeroporto per l’imbarco alle Galapagos sarà effettuato con shuttle SIB
– Tutti gli ingressi per le visite nella parte continentale
– Servizio condiviso in crociera con guida parlante italiano (per la partenza del 18 febbraio la guida in italiano in crociera verrà confermata con minimo 6 partecipanti)
– Tutti i pasti specificati nel programma con acqua e succhi di frutta inclusi. All Inclusive sulla M/V Galapagos Legend
– Tutti i pernottamenti negli hotel specificati o similari
– Tassa Parco Nazionale delle Galapagos
– Biglietto Aereo Gayaquil/Baltra/Gayaquil
– Fuel Surcharge
– CGG Migration Control Card

– Voli intercontinentali
– Mance
– Bevande extra ai pasti
– Bevande soft drink/alcolici in crociera
– Extra di carattere personale
– Tutto quanto non menzionato ne “la quota comprende”

Itinerario

Arrivo a Quito, capitale dell’Ecuador, accoglienza in aeroporto e trasferimento presso l’Hotel Quito (o similare). Tempo a disposizione, cena libera e pernottamento.

Prima colazione e partenza per il tour della città di Quito, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco, ed è senza dubbio uno dei quartieri coloniali meglio conservati di tutto il continente. La visita inizia dalla Piazza dell’Indipendenza, su cui affacciano la maestosa Cattedrale, il Palazzo Presidenziale, il Municipio e l’Arcivescovado. Si visiterà poi la Chiesa della Compania de Jesus ed il Monasterio di San Francesco, uno dei principali monumenti religiosi del Nuovo Mondo. La visita termina con una vista della città dal promontorio su cui sorge la Virgen del Panecillo. Pranzo libero e pomeriggio a disposizione per conoscere meglio la città, passeggiando tra le vie del Centro storico o visitando uno dei diversi Musei che ospita, cena libera e pernottamento.

Prima colazione e partenza verso nord attraverso il bellissimo paesaggio incorniciato di alte montagne e vulcani. Appena usciti da Quito si potrà ammirare il bellissimo paesaggio incorniciato di alte montagne e vulcani. Arrivo al Monumento della Metà del Mondo di Quitsato a Latitudine 0’00’00 che traccia la linea equatoriale; incontro con la guida specialistica locale per la spiegazione sul funzionamento dell’orologio solare. Al termine proseguimento verso il coloratissimo mercato indigeno di Otavalo che nei giorni di mercoledì e sabato invade tutte le vie che circondano la piazza principale dell’omonima cittadina. Ad Otavalo si potrà apprezzare l’artigianato locale e ammirare bellissimi tessuti, ponchos, tappeti, maglioni, gilet, cappelli, amache ed un‘infinità di altri prodotti tipici dell’artigianato locale. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento verso la Comunità di Maddalena Karanki. Esperienza a contatto con la popolazione locale, i suoi usi e costumi. Cena e pernottamento in una delle case della comunità.

Prima colazione nella comunità. Possibilità di scoprire la Comunità di Maddalena, questa nicchia nascosta nelle montagne con passeggiate a cavallo, trekking, mountain bike. Partenza per Quito. Pranzo in corso di trasferimento. Arrivo a Quito e tempo a disposizione. Pernottamento in hotel Quito (o similare).

Dopo la prima colazione si lascia Quito in direzione di Baños, percorrendo il tratto sud della Panamericana, nota in questo tratto con il nome di “Avenida de los Volcanes”, per via delle impressionanti cime che ne caratterizzano il panorama. Se il clima è favorevole ed il cielo è limpido sarà possibile ammirare la maestosità del Vulcano Cotopaxi, che si staglia all’orizzonte come sfondo di questo selvatico paesaggio. Proseguimento per Baños, piccola e accogliente località nota per i suoi bei paesaggi, cascate e acque termali che si trova a metà strada tra le Ande e l’Amazzonia. Si oltrepassa Baños per arrivare al Canyon del fiume Pastaza dove inizia la “Via delle Cascate” dove si trovano le Cascata della Vergine, Manto della sposa, Machay, Calderone del diavolo, circondate da una vegetazione lussureggiante. Ritorno a Baños e visita del paese. Nel pomeriggio proseguimento per Riobamba passando ai piedi del Vulcano Chimborazo, il più alto del Ecuador. Arrivo e pernottamento presso la Hosteria Abraspungo (o similare).

Prima colazione e partenza per Cuenca. Lungo il tragitto si potrà avere una vista panoramica della comunità di Colta, caratterizzata dalle terrazze naturali coltivate secondo gli antichi sistemi pre-colombiani. Proseguimento per Alausi, dalla cui stazione ha inizio il tragitto del treno denominato “Nariz del Diablo”. La comunità di Alausì è riconoscibile per i cappelli e le gonne con cui vestono le signore, i cui dettagli servono spesso a indicare lo stato sociale (nubile, coniugata, etc…) di chi le indossa. Da qui avrà inizio il tragitto piú emozionate del viaggio, qui il trenino percorrerà lo spettacolare zigzag che attraversa la Nariz del Diablo, per poi risalire ad Alausí. Proseguimento per Ingapirca, principale testimonianza Inka presente in Ecuador; visita del piccolo sito archeologico e proseguimento per Cuenca. Durante questo percorso vi sarà offerto un Box Lunch. All’arrivo sistemazione presso l’hotel Carvallo (o similare) cena libera e pernottamento.

Dopo la prima colazione visita panoramica della splendida città coloniale di Cuenca (dichiarata dall’Unesco Patrimonio Culturale dell’Umanità) e dei suoi dintorni. Famosa per la sua arte religiosa ed i suoi ricchi musei, è caratterizzata da viottoli ciottolati, piazze molto animate e giardini fioriti. La visita si snoda attraverso la piazza principale, su cui affaccia la nuova Cattedrale, la vecchia cattedrale – che fu rinnovata in occasione della visita di Giovanni Paolo II nel 1985 – il Monastero di El Carmen ed il monumento El Rollo del Vecino. Proseguimento in direzione di Guayaquil (250 Km – 4 ore c.ca) attraversando lo spettacolare Parco Nazionale del Cajas, che con le suoi oltre 230 specchi d’acqua, tra piccoli laghi e lagune di varie dimensioni, offre un paesaggio davvero magico. Questo tragitto, che scende da 4000 mt di altitudine sino al livello del mare, consente di apprezzare la varietà di paesaggi che si susseguono con i loro diversi ambienti, che cambiano mano a mano che la strada scende dalle zone del paramo sino alla costa tropicale, attraversando piantagioni di banane e di cacao. Arrivo a Guayaquil (capitale economica del Paese). Arrivo in Hotel Oro Verde (o similare), cena libera e pernottamento.

Prima colazione e trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo diretto alle isole Galapagos, dove Charles Darwin gettò le basi della “Teoria dell’evoluzione”. Accoglienza dei passeggeri all’arrivo in aeroporto da parte delle nostre guide naturalistiche e trasferimento in bus (10 minuti) al porto di Baltra per l’imbarco sulla M/V Galapagos Legend (inizio trattamento All Inclusive). Partenza per l’isola di Bartolomè. All’arrivo, sbarco asciutto o bagnato. Si incontra un affascinante paesaggio lunare costituito da vari vulcani, colate e zampilli di lava e cenere. Si prosegue verso la cima per godere di una vista mozzafiato sulle isole circostanti e del famoso Pinnacle Rock. Si potranno scorgere iguane marine e lucertole della lava e sule dai piedi azzurri. Opportunità per fare snorkeling e vedere, e forse nuotare, con i pinguini Galapagos, tartarughe marine, lo squalo dalla pinna bianca ed una grande varietà di pesci colorati. Per molti visitatori, questa può rivelarsi la migliore delle esperienze di snorkeling. Qui l’acqua è generalmente chiara e ricca di vita marina. Per la sua posizione geografica, la mancanza di vegetazione è una conseguenza evidente. In questa zona troviamo le “piante pioniere” – così chiamate per essere state le prime a stabilire le radici: il Tiquilianesiotica (endemica dell’isola) e la Chamaesyce (nota come “tappeto di sabbia”), cactus lava e arbusti Scalesia. Dietro la spiaggia si trovano dune ricoperte da mangrovie.

Livello di difficoltà: intermedio
Tipo di terreno: sentiero di gradini (370 circa)
Durata: camminata di 90 minuti / 1 ora di snorkeling

Approdo asciutto sulla parte settentrionale dell’isolotto di Plaza Sur. La passeggiata inizia con un’ imponente foresta di cactus circondata da iguane marine e terrestri. Sulla strada per il punto più alto si osservano uccelli tropicali, tra cui i fetontidi, sule di Nazca e dai piedi azzurri e una giovane e bella colonia di leoni marini. Nel sud dell’isola si trova una colonia di piccole iguane terrestri. La popolazione è di circa 300 unità. Si nutrono di tutti i tipi di vegetazione, ma durante la stagione secca sopravvivono grazie ai frutti e ai fiori del cactus Opuntia. Questo è l’unico luogo del Pianeta dove possiamo trovare le iguane ibride delle Galapagos. Nel pomeriggio sbarco asciutto all’isola di Seymour. Questo è forse il luogo dell’arcipelago più visitato dai turisti. Lasceremo Baltra (dove si trova l’aeroporto) e non lontano da Santa Cruz, troveremo Seymour Nord. L’isola è stata formata da lava vulcanica sottomarina depositatasi a strati nell’oceano. Cammineremo circa 2 ore tra grandi colonie di nidificazione di sule dalle zampe blu e di gabbiani ed è l’unico luogo in cui si possono trovare due tipologie diverse di fregata (fregata superiore e fregata inferiore). Incontro ravvicinato con leoni marini e iguane terrestri e, secondo la fortuna, con i serpenti delle Galapagos.

Isolotto Plaza Sur
Livello di difficoltà: intermedio
Tipo di terreno: roccioso
Durata: 2 ore di camminata

Isola di Seymour
Livello di difficoltà: intermedio
Tipo di terreno: roccioso
Durata: 2 ore di camminata

Sbarco in acqua a Punta Pitt e Isote Pitt seguito da un’intensa escursione su terreno roccioso. Il percorso comprende spettacolari panorami tra cui una spiaggia lunga 90 metri e un sentiero che sale fino alla cima del vulcano di tufo. Questo è probabilmente l’unica area in cui si possono vedere riunite le tre specie di sule: le sule di Nazca, le fregate dalle zampe blu e quelle dalle zampe rosse oltre ad una colonia di leoni marini. Si tratta di un luogo eccellente per un escursione in canoa, praticare snorkeling e per poter osservare un’enorme quantità di uccelli marini. Nel pomeriggio, sbarco in acqua a Cerro Brujo. Cerro Brujo è un cono di tufo che, in varie parti, è composto da formazioni laviche “AA” e da spiagge bianche (luogo ideale per lo snorkeling e per prendere il sole). Visita della laguna e possibilità di avvistamento delle specie di uccelli migratori come ad esempio: Teros Reales (cicogna dal collo nero), Turnstone (uccelli “voltapietra” della famiglia delle Arenarie), chiurli e altre specie di uccelli limicoli e anatre. Cerro Brujo offre una splendida vista su Kicker Rock, la parte meridionale di San Cristobal e della costa adiacente.

Punta Pitt e Isote Pitt
Livello di difficoltà: difficile
Tipo di terreno: roccioso e ripido
Durata: 2 ore e 30 minuti

Cerro Brujo
Livello di difficoltà: facile
Tipo di terreno: sabbioso
Durata: 1 ora di visita / 1 ora di snorkeling

Sbarco asciutto a Puerto Baquerizo Moreno. Visita del Centro di allevamento e di riproduzione delle Tartarughe Giganti di San Cristóbal dove si potrà approfondire il programma di conservazione della spiecie del Parco Nazionale. Tempo a disposizione per visitare la città portuale, per momenti di relax, per una passeggiata o per shopping. Al termine della visita, trasferimento in aeroporto per il volo di proseguimento.

Livello di difficoltà: intermedio
Tipo di terreno: piano
Durata: 40 minuti di bus fino alla riserva / 1 ora di visita 

Contattaci

Lasciaci un messaggio per avere più informazioni su questo tour o struttura oppure chiamaci al +39 0422 296790.

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.