A partire da: € 2245 volo escluso

Durata: 8 giorni

Date di partenza su richiesta

Hotels
Quito: Hotel Quito o similare
Riobamba: Hosteria Abraspungo o similare
Cuenca: Hotel Carvallo o similare
Guayaquil: Hotel Oro Verde o similare

– 7 pernottamenti con prima colazione
– Escursioni e attività menzionate nel programma
– Guida di lingua italiana per l’intera durata del tour
– Trasferimenti privati da/per aeroporto e fra località in Ecuador

– Voli intercontinentali
– Pranzi e cene
– Extra personali
– Tutto quanto non menzionato ne “la quota comprende”

Itinerario

Arrivo a Quito, capitale dell’Ecuador, accoglienza in aeroporto e trasferimento presso l’Hotel Quito (o similare). Tempo a disposizione, cena libera e pernottamento.

Prima colazione e partenza per il Tour della città di Quito, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco, ed è senza dubbio uno dei quartieri coloniali meglio conservati di tutto il continente. La visita inizia dalla Piazza dell’Indipendenza, su cui affacciano la maestosa Cattedrale, il Palazzo Presidenziale, il Municipio e l’Arcivescovado. Si visiterà poi la Chiesa della Compania de Jesus ed il Monasterio di San Francesco, uno dei principali monumenti religiosi del Nuovo Mondo. La visita termina con una vista della città dal promontorio su cui sorge la Virgen del Panecillo. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita allo spazio architettonico “La Capilla del Hombre” di Oswaldo Guyasamin. Figlio di padre indigeno e madre meticcia, dimostrò la sua attitudine per l’arte fin dalla tenera età. Pur essendo ostacolato dal padre, riuscì ad entrare alla scuola delle Belle Arti di Quito e a realizzare la sua prima esposizione a soli 23 anni. Lungo la sua preziosa e apprezzata carriera, divenne amico di Pablo Neruda, Fidel Castro, Gabriel Garcia Marquez, Rigoberta Menchù e Danielle e François Mitterand. L’opera umanistica dell’artista, riconosciuta come “espressionistica” riflette il dolore e la miseria che sopporta la maggior parte dell’umanità e denuncia la violenza che ha dovuto vivere l’uomo nel XX secolo segnato da guerre mondiali, guerre civili, genocidi, campi di concentramento, dittature e torture. Cena libera e pernottamento.

Prima colazione e partenza verso nord attraverso il bellissimo paesaggio incorniciato di alte montagne e vulcani. Appena usciti da Quito si potrà ammirare il bellissimo paesaggio incorniciato di alte montagne e vulcani. Arrivo al Monumento della Metà del Mondo di Quitsato a Latitudine 0’00’00 che traccia la linea equatoriale; incontro con la guida specialistica locale per la spiegazione sul funzionamento dell’orologio solare. Al termine proseguimento verso il coloratissimo mercato indigeno di Otavalo che nei giorni di mercoledì e sabato invade tutte le vie che circondano la piazza principale dell’omonima cittadina. Ad Otavalo si potrà apprezzare l’artigianato locale e ammirare bellissimi tessuti, ponchos, tappeti, maglioni, gilet, cappelli, amache ed un‘infinità di altri prodotti tipici dell’artigianato locale. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita al villaggio Peguche, famoso per i suoi tessitori e per le botteghe di strumenti di fiato; proseguimento per Cotacachi, pittoresca città nota per l’elaborazione di svariati articoli in pelle. Rientro a Quito nel tardo pomeriggio.

Dopo la prima colazione si lascia Quito in direzione di Baños, percorrendo il tratto sud della Panamericana, nota in questo tratto con il nome di “Avenida de los Volcanes”, per via delle impressionanti cime che ne caratterizzano il panorama. Se il clima è favorevole ed il cielo è limpido sarà possibile ammirare la maestosità del Vulcano Cotopaxi, che si staglia all’orizzonte come sfondo di questo selvatico paesaggio. Proseguimento per Baños, piccola e accogliente località nota per i suoi bei paesaggi, cascate e acque termali che si trova a metà strada tra le Ande e l’Amazzonia. Si oltrepassa Baños per arrivare al Canyon del fiume Pastaza dove inizia la “Via delle Cascate” dove si trovano le Cascata della Vergine, Manto della sposa, Machay, Calderone del diavolo, circondate da una vegetazione lussureggiante. Ritorno a Baños e visita del paese. Nel pomeriggio proseguimento per Riobamba passando ai piedi del Vulcano Chimborazo, il più alto del Ecuador. Arrivo e pernottamento presso la Hosteria Abraspungo (o similare).

Prima colazione e partenza per Cuenca. Lungo il tragitto si potrà avere una vista panoramica della comunità di Colta, caratterizzata dalle terrazze naturali coltivate secondo gli antichi sistemi pre-colombiani. Proseguimento per Alausi, dalla cui stazione ha inizio il tragitto del treno denominato “Nariz del Diablo”. La comunità di Alausì è riconoscibile per i cappelli e le gonne con cui vestono le signore, i cui dettagli servono spesso a indicare lo stato sociale (nubile, coniugata, etc…) di chi le indossa. Da qui avrà inizio il tragitto piú emozionate del viaggio, qui il trenino percorrerà lo spettacolare zigzag che attraversa la Nariz del Diablo, per poi risalire ad Alausí. Proseguimento per Ingapirca, principale testimonianza Inka presente in Ecuador; visita del piccolo sito archeologico e proseguimento per Cuenca. Durante questo percorso vi sarà offerto un Box Lunch. All’arrivo sistemazione presso l’hotel Carvallo (o similare) cena libera e pernottamento.

Dopo la prima colazione visita della splendida città coloniale di Cuenca (dichiarata dall’Unesco Patrimonio Culturale dell’Umanità). Famosa per la sua arte religiosa ed i suoi ricchi musei, è caratterizzata da ciottolati, piazze molto animate, balconi in ferro battuto e giardini fioriti. Visita del Museo della Banca Centrale che include collezioni permanenti di archeologia, etnografia, arte coloniale e repubblicana, così come antiche immagini fotografiche di Cuenca. Al termine si prosegue verso il Convento dell’Ordine dell’Immacolata Concezione il cui Chiostro, costruito tra il 1682 e il 1729, è stato recentemente restaurato e conserva un’insolita collezione di arte religiosa. Pranzo libero e nel pomeriggio visita ad un’azienda di esportazione di paglia. Cena libera e pernottamento.

Proseguimento in direzione di Guayaquil (250 Km – 4 ore c.ca) attraversando lo spettacolare Parco Nazionale del Cajas, che con le suoi oltre 230 specchi d’acqua, tra piccoli laghi e lagune di varie dimensioni, offre un paesaggio davvero magico. Questo tragitto, che scende da 4000 mt di altitudine sino al livello del mare, consente di apprezzare la varietà di paesaggi che si susseguono con i loro diversi ambienti, che cambiano mano a mano che la strada scende dalle zone del paramo sino alla costa tropicale, attraversando piantagioni di banane e di cacao. Arrivo a Guayaquil (capitale economica del Paese). Arrivo in Hotel Oro Verde (o similare), cena libera e pernottamento.

Prima colazione e trasferimento in aeroporto all’ora convenuta per l’imbarco sul volo di proseguimento.

Contattaci

Lasciaci un messaggio per avere più informazioni su questo tour o struttura oppure chiamaci al +39 0422 296790.

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.