A partire da: € 3530 volo escluso

Durata: 14 giorni

Date di partenza su richiesta

Hotels 4 stelle
Pechino: Presidential Hotel o Sunworld Hotel o Howard John Paragon Beijing o Asia
Lhasa: Lhasa Tsedang Hotel
Tsedang: Tsedang Hotel
Gyantse: Gyantse Hotel
Shigatse: Shigaste Monasarovar
Chengdu: Xinliang Hotel

Hotel 5 stelle
Pechino: Asia o Swissotel o New Otani
Lhasa: Lhasa Tsedang Hotel
Tsedang: Tsedang Hotel
Gyantse: Gyantse Hotel
Shigatse: Shigaste Monasarovar
Chengdu: Kempinski o Tibet Hotel

– I pernottamenti negli hotel menzionati o similari di pari categoria in camera doppia con prima colazione
– 10 pranzi, 1 cena
– Tutti i trasferimenti in veicoli con aria condizionata
– Le visite e gli ingressi ai monumenti citati
– Servizio di guide parlanti italiano a Pechino, Xian, Guilin, Hangzhou, Suzhou, Shanghai e Hong Kong, in lingua inglese nel resto delle città
– Mance pari a 130$ a persona
– Voli interni con tasse aeroportuali
– I treni in vagoni di seconda classe per i treni ad alta velocità (possibile la prenotazione della prima classe con supplemento) o in cuccette per i treni notturni

– Voli internazionali
– Facchinaggio negli aeroporti e negli hotel sia in arrivo sia in partenza
– Pasti non menzionati
– Visto obbligatorio di ingresso in Cina
– Eventuali supplementi eccedenza bagaglio
– Spese di carattere personale

Itinerario

All’arrivo a Pechino, capitale della Repubblica popolare cinese, una delle città più vaste e popolate al mondo ricchissima di monumenti di grande interesse, accoglienza e trasferimento in hotel. Resto del giorno a disposizione. Pernottamento.

Prima colazione e visita della Grande Muraglia (sezione Badaling), colossale opera architettonica concepita a scopo difensivo e via di comunicazione lunga oltre 6.000 km. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, rientro in città e passeggiata nella moderna area di Sanlitun. Cena di benvenuto all’eccellente Beijing Roast Duck Restaurant. Pernottamento.

Dopo la prima colazione, visita della gloriosa Piazza Tian An Men e del Palazzo Imperiale, meglio conosciuto come Città Proibita, simbolo della Cina tradizionale e capolavoro dell’architettura classica. Pranzo in ristorante locale selezionato e, nel pomeriggio, visita del Palazzo d’Estate, splendida residenza estiva degli Imperatori situata ad una decina di chilometri a nord-est della città. Pernottamento.

Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo per Xining. All’arrivo trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza per Lhasa, “terra degli Dei”, capitale della Regione Autonoma del Tibet, centro delle attività politiche, economiche, culturali e religiose del paese. Pernottamento a bordo del treno in cuccetta.

Trasferimento dalla stazione ferroviaria di Lhasa all’hotel e tempo a disposizione per l’acclimatamento all’altitudine. Pernottamento.

Prima colazione e visita del monastero di Ganden a 45 km a est di Lhasa. Costruito nel 1409 dal grande monaco Tsongkhapa, fondatore dell’ordine dei gelugpa o “berretti gialli”, Ganden assomiglia a un nido d’aquila. Le Guardie rosse obbligarono i monaci a demolire personalmente il luogo e in seguito i Cinesi ne hanno intrapreso la ricostruzione, almeno parziale, rispettando l’originale. Questo luogo merita, da solo, un’intera giornata di visita. Pranzo in ristorante locale. Pernottamento.

Prima colazione e visita del Palazzo Potala, ex residenza invernale del Dalai Lama, vasto e maestoso labirinto di corridoi e scale che conducono in innumerevoli camere riccamente decorate con statue, tombe, dipinti e oggetti d’antiquariato. Si sale oltre il Palazzo Bianco nel Palazzo Rosso, con l’esperienza indimenticabile delle lunghe file di pellegrini che offrono sciarpe di seta, monete o burro di yak da bruciare nei santuari. Nota: la visita richiede una buona forma fisica a causa delle scalinate. Dopo il pranzo in ristorante locale, visita del Monastero di Sera, uno dei tre più grandi del Tibet dove hanno luogo i famosi “dibattiti quotidiani” dei monaci. Pernottamento.

Prima colazione e visita del tempio di Jokhang, più piccolo del Potala ma non meno affascinante: affollato di visitatori, abitanti e pellegrini che vengono qui a pregare, questo edificio a 4 piani è centro spirituale del Tibet e meta sacra per i buddhisti. Dall’alto si gode di una magnifica vista su Barkhor Street e sui tetti d’oro circostanti superbamente decorati con figure di animali e campane, mentre all’interno, nella sala centrale, si trova l’oggetto più antico e più prezioso del Jokhang, una statua sacra a grandezza naturale in posizione seduta del Buddha Sakyamuni, portata in Tibet dalla principessa Wen Cheng nel 700 d.C. Ornata da molti gioielli e circondata da lampade alimentate da burro di yak, è oggetto di venerazione da secoli. Interessante osservare i pellegrini dalle colorate vesti tradizionali di ogni parte del Tibet che muovono in senso orario facendo girare le ruote di preghiera o che si affollano davanti al cancello principale, ed esperienza unica unirsi a loro nello shopping di prodotti locali sulle bancarelle o rilassarsi con una fragrante tazza di tè o caffè godendosi lo spettacolo. Dopo il pranzo in ristorante locale, visita di Norbulingka, costruito come residenza estiva per il Dalai Lama e poi usato dall’amministrazione governativa. Pernottamento.

Prima colazione e visita del Palazzo di Yumbulakhang, il più antico del Tibet, architettonicamente affascinante e fonte di molte leggende sulle origini del buddhismo. A seguire il monastero di Samye, primo monastero buddhista edificato in Tibet, eretto attorno al 788 sotto il regno del sovrano Trhisong Detsen. La pianta architettonica è basata su quella della comunità di Odantapuri nel Bihar in India: il perimetro è segnato da un muro circolare che sorregge 108 chörten al cui interno, dove un un tempo sorgevano 108 edifici in disposizione simbolica, si trovano molti cilindri da preghiera. Attualmente solo alcune costruzioni resistono all’usura del tempo. Dopo il pranzo in ristorante locale, trasferimento in hotel di Tsedang. Pernottamento.

Dopo colazione, trasferimento a Gyantse passando sul famoso Yamdrok a 4488 metri di altitudine, il lago scorpione dalle acque turchesi dalla grande superficie di 678 metri quadrati, uno dei tre grandi specchi d’acqua sacri del Tibet, terra di grandi bellezze naturali, assieme al Lhamo La-tso, al Namtso e al Manasarovar. Dopo il pranzo in ristorante locale, proseguimento delle visite con il monastero di Pelkor Chode, struttura unica nel su genere in quanto ospita i rappresentanti di tre diversi ordini monastici del buddgismo in Tibet. Come risultato di questa fusione, la particolarità dello stile architettonico e degli ornamenti. La sua costruzione avvenne al principio del XV secolo, e fu da subito il luogo di vita e di preghiera di oltre mille monaci; si trova qui anche la Sala delle Assemblee con una statua di otto metri in bronzo del Buddha Maitreya del peso di 1,4 tonnellate. Pernottamento.

Dopo colazione, trasferimento a Shigatse e visita del monastero di Tashilhumpo, la maggiore comunità della setta gialla del Lamaismo del Tibet che ha oltre 500 anni di storia ed è la sede delle attività religiose e politiche del Panchen Lama. Situato sulle pendici di un monte, conta 50 sale di preghiera ed oltre 200 edifici. Il padiglione di Maitreya, alto 30 metri, si sviluppa su 5 piani: al suo ll’interno si erge una statua in bronzo di Maitreya seduto dell’altezza di 26,2 metri, realizzata con 235 chili d’oro ed oltre 115 mila chili di rame, decorata con 1400 pietre preziose come diamanti, perle ed ambra. Dopo il pranzo in ristorante locale, visita del mercato locale di Shigatse, dove poter avere qualche scambio con la popolazione locale e acquistare qualche oggetto ricordo. Pernottamento.

Dopo colazione, trasferimento a Lhasa. Lungo il percorso sosta in un villaggio e pranzo in ristorante locale. Pernottamento.

Prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Chengdu, la capitale della provincia del Sichuan, nota anche come “Paese celeste”. La città è situata nell’area occidentale del bacino del Sichuan, al centro dell’omonima piana di Chengdu, e costituisce un ottimo habitat naturale per il panda gigante. Nel pomeriggio visita del campo di ricerca e allevamento dei simpatici panda, situata sulla montagna Futoushan nella periferia nord, a circa 10 km dal centro. All’interno della base il museo dei panda giganti, l’unico al mondo che spieghi dettagliatamente la situazione critica di questi amabili animali a rischio di estinzione. Ci sono immagini e filmati su habitat, caratteristiche e distribuzione naturale, oltre alle informazioni sugli sforzi fatti dal governo Cinese per la loro salvaguardia. Pranzo in ristorante locale. Pernottamento.

Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di proseguimento.

Contattaci

Lasciaci un messaggio per avere più informazioni su questo tour o struttura oppure chiamaci al +39 0422 296790.

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.