Myvatn: il Gioiello Geologico dell’Islanda

Myvatn, la zona geologicamente più attiva del paese, è un’oasi colorata al limite del deserto montuoso islandese caratterizzata da vulcani, campi di lava, distese di vapore, torrenti e laghi. Il più grande di questi è il lago Myvatn (più di 12km di lunghezza), che comprende pozze e arcipelaghi distribuiti con la precisione di un campo da golf. Il lago è un campo di lava molto pianeggiante i cui argini e le 40 isolette nel mezzo si sono formati per colate a seguito di un’eruzione abituale di una fessura del Krafla circa 2300 anni fa. Il complesso del Krafla è una zona vulcanica e geotermica a nord-est del lago Myvatn, nonché uno dei punti di maggior interesse d’Islanda. Esso comprende una serie di fessure che si estendono per 100km, in cui lo scenario offre un’eccezionale combinazione di formazioni vulcaniche createsi da gas, acqua e lava fusa. Qui, invece dei classici coni vulcanici, sono presenti spaccature e fenditure da cui fuoriuscì la lava che creò l’intero paesaggio. Per beneficiare del calore naturale del Krafla è possibile nuotare nei bagni termali di Myvatn, in cui l’acqua priva di batteri e sale ma ricca di salutari silicati, prende il colore azzurro lattiginoso. Si dice che queste acque siano particolarmente indicate per chi ha probelmi dermatologici e respiratori. L’esperienza è incorniciata da un panorama dominante sulla vallata, dato da una posizione elevata del sito. A seconda della stagione, questo luogo è distinto da diversi giochi di colori e luce. D’estate si può contemplare il fenomeno del sole di mezzanotte che si abbassa sul lago, camminare seguendo i tracciati di lava e osservare la migrazione di fitte colonie di uccelli artici. Dall’altra parte, l’inverno è ideale per scorgere l’aurora boreale, per sciare e concedersi relax nei bagni termali.

SCOPRI I TOUR IN ISLANDA